Menu
Supporto alla ricerca
Sosteniamo la ricerca
L'associazione mira a trovare una cura per questa malattia. Questo per fornire un futuro migliore alle persone con BPAN e ai loro cari.

Per questo, deve finanziare la ricerca scientifica. Il lavoro di uno studente di dottorato costa in media tra 35.000 e 50.000 euro all'anno a seconda del laboratorio. Gli studi sui meccanismi della malattia sono necessari con l'obiettivo finale di trovare una cura. Per questo, sono necessari diversi passaggi: globalmente la scoperta di una molecola, il test su un animale da laboratorio, su un soggetto sano e poi su un paziente. Infine, ci sono autorizzazioni di marketing per la medicina. Sono quindi necessari diversi anni. Non possiamo permetterci di perdere tempo.

Il comitato medico:

Al fine di ottimizzare la nostra azione, l'associazione si circonda di un comitato medico e scientifico. & Nbsp; Il comitato consultivo medico è composto da professori, medici e membri della professione medica che hanno accettato di rispondere alle richieste dell'associazione. Il suo ruolo è in particolare quello di fornire un parere consultivo sui bandi di gara che saranno poi convalidati e finanziati dall'associazione.

Questo comitato è attualmente composto da 6 persone:
Dr Sophie
Vaulont, 

Direttore di ricerca
1a classe presso Inserm,
co-direttore del Cochin
Institute, squadra
"Iron and Immunity"
Pr Jamel
Chelly, 

MD , PhD Facoltà di
Medicina di Strasburgo
e Università di Strasburgo
Pr Nadia
Bahi-Buisson, 

Professore pediatrico,
Neuropediatra,
Necker Children's
Hospital, Parigi 
Ricercatore associato
nella squadra del
dott. Pierani
Pr Laurent
Gouya, 

Professore di Genetica
presso l'Università di
Parigi e Coordinatore
del Centro di Riferimento
Malattie rare porfiria e
rare anomalie del
metabolismo del ferro
Dr Gaetan
Lesca,

Dipartimento di genetica
medica, East Hospital
Group, Bron
Pr Philippe
Remy,

Professore di neurologia,
coordinatore del CENTER
EXPERT PARKINSON
Henri Mondor
Chiama per il progetto:

Un invito a presentare progetti (CfP) è un meccanismo creato da un grantmaker per assegnare una sovvenzione. Il finanziatore definisce un problema e un quadro; I candidati al finanziamento sono invitati a presentare un progetto in questo quadro e a definire liberamente il contenuto del loro progetto. Il CfP serve a ridurre la natura discrezionale della sovvenzione garantendo una maggiore trasparenza nella selezione del progetto finanziato. L'associazione lancia il suo primo bando di gara per sostenere la ricerca clinica e preclinica. Finanzia 15.000 euro di progetti di ricerca nazionali o internazionali realizzati in istituzioni private o pubbliche. Lo scopo di questo finanziamento è aiutare a iniziare un nuovo progetto o continuare un progetto in corso su: 
- la fisiopatologia delle patologie correlate alle mutazioni del gene WDR45 
- gli aspetti molecolari, biochimici e biologici alla base del problema correlato all'autofagia legata alla proteina WIPI4 
- gli approcci terapeutici

È una guida scaricabile cliccando sull'immagine qui sotto:

Calendario: 
Scadenza per la presentazione: 1 ° giugno 2019 
Risposta: fine giugno

 
File completo firmato dal richiedente per l'invio via e-mail a : contact@autourdanais.fr 
La ricezione della domanda sarà confermata via email.